15
Mar

Come prendersi cura dei capelli biondi

Biondo sfavillante, biondo discreto che occhieggia al castano, biondo da diva, biondo classico per un look sempre chic: tante sono le soluzioni offerte da una delle tinte di capelli più amate dal pubblico femminile. Ma il biondo è un colore da trattare con attenzione, ecco allora qualche consiglio per prendersi cura al meglio di una chioma orgogliosamente bionda.

Effetto biondo paglia? Ecco come evitarlo

Capelli secchi e disidratati, più comunemente conosciuti da tutte le donne come il fastidiosissimo effetto paglia. Sui capelli biondi non potrebbe stare meglio una metafora diversa, vista la rima cromatica: ma come curare la secchezza dei capelli biondi e sfoggiare una chioma invidiabile? I consigli sono molto basici, ma sempre efficaci, e vanno dai lavaggi in numero controllato all’uso di prodotti specifici per questo colore, capaci di restituire idratazione, morbidezza e dunque volume ai capelli. 

Nemici assoluti sono i phon ad alta temperatura e le piastre, specialmente sui capelli biondi che hanno una struttura più sottile di quelli scuri e potrebbero essere danneggiati dall’eccessivo calore. E come non mettere nella lista anche gli agenti atmosferici? Umidità, innanzitutto, ma anche smog e raggi solari incidono negativamente sulla salute del capello, che va dunque protetto, salvaguardato e coccolato per risplendere dei suoi riflessi biondi.

Biondo luminoso: mantenerlo tra lavaggi e ricrescita

A proposito di riflessi, ogni bionda, naturale o tinta, lo sa: a meno che l’effetto desiderato non sia proprio quello, spesso molto affascinante, di un biondo privo di sfumature, una chioma bionda poco curata rischia di perdere la sua magica lucentezza fatta di riflessi e sfumature così chic e sensuali. 

Per mantenere la luminosità del biondo valgono le stesse regole di cura che abbiamo già indicato contro l’effetto secchezza, con in più gli accorgimenti, per le bionde tinte, che riguardano il conflitto tra prodotti, o durezza dell’acqua, e possibili sgradevoli effetti nei riflessi della chioma. La soluzione per non correre rischi è chiedere consigli a un professionista di fiducia. 

Problemi con la ricrescita? Anche contro questo fastidioso inconveniente potreste consultarvi con il vostro parrucchiere e scegliere una soluzione su misura, come per esempio uno shatush o un balayage.

E poi c’è il trucco: valorizzare il biondo con il makeup

Biondo fa coppia con luminosità. Ecco a cosa puntare nel makeup per valorizzare al meglio la propria chioma bionda. Il trucco dovrà quindi scegliere, sia per le bionde “svedesi” sia per quelle più mediterranee, un prodotto illuminante come base. Varieranno poi le scelte per valorizzare gli occhi: a seconda del colore delle iridi si potrà giocare con contrasti, oppure con soluzioni smokey sempre molto d’effetto. Insomma: il campo è libero, da una chioma luminosa e in salute dipenderà tutto il resto!


Siamo pronti ad aiutarti!

Se sei in cerca di una consulenza specifica per valorizzare i tuoi capelli biondi, non esitare a contattare Parrucchiere Leader e a passare in salone: ci prenderemo cura del tuo biondo per farlo risplendere al meglio.