20
Feb

Tagli capelli: le tendenze 2019

Nei saloni professionali come il nostro, il 2019 si presenta come l’anno dello stile minimale, ma pur sempre chic. Portabilità, effetto naturale e un tocco glamour sono gli ingredienti dell’anno: tagli super corti, a caschetto o lunghissimi, scalati o dalla frangia importante. Tutti, rigorosamente, coloratissimi e dalle linee pulite e facili da gestire.

Capelli corti: ultra-corti e carré

La varietà di tagli corti di tendenza lascia spazio a tutte le vostre fantasie. Chi punta ad avere un’aria sbarazzina ma sofisticata non potrà perdere l’occasione di provare i capelli ultra-corti, alla maschietto con una frangia sfilata e obbligatoriamente tagliata non dritta. In alternativa, sta avendo un grande successo il ritorno del taglio alla garçonne: short hair con la frangia piena, tagliata appena sotto la metà della fronte e leggermente imperfetta.  

  Un altro taglio imperdibile è il Pixie cut, scalato a ciocche, volutamente disordinato, con le parti laterali della testa e la nuca tagliate cortissime, al limite della rasatura. Un taglio versatile e pratico, adatto sia ai capelli lisci che a quelli mossi.     Per chi vuole provare qualcosa di nuovo, poi, tra i trend del momento c’è il taglio con la frangia asimmetrica, che presenta una lunghezza maggiore nella parte centrale rispetto ai lati.     Infine, protagonista indiscussa dei tagli corti di questo inizio anno, torna la linea carré arrotondata, dal sapore di anni ’60. Un revival sì, ma meno preciso e composto dell’originale grazie al contrasto tra la geometria netta della frangia piena e la piega mossa o spettinata ad effetto nature. Immancabile, poi, il tocco di colore: sfumature ricche di contrasti, con le tinte a effetto pastello o metalliche, o per le più trendy, le nuance biondo ghiaccio e ultra dark. Un mix davvero perfetto!  

 

Capelli medi: il ritorno del caschetto

Spunti interessanti arrivano dagli anni ‘80 per i tagli medi grazie alla riscoperta del fascino del caschetto, sempre più in accoppiata con le linee piene e massimi volumi. Incontrastato vincitore dell’inverno 2019 si conferma il bob, in versione classica, di lunghezza appena sotto le orecchie, portato o con la riga centrale senza frangia, o con la riga laterale impreziosita da un ciuffo scalato.  

  Per chi invece non sa rinunciare ai capelli che sfiorano le spalle, ma vuole comunque seguire il trend del momento, esiste il bob a media lunghezza: ovvero il classico caschetto scende al livello del mento, e oltre, creando tantissime possibilità che giocano soprattutto sugli effetti revival. Un esempio può essere la chioma bombata anni ’60 ottenuta lisciando i capelli con la piastra e poi pettinandoli a creare l’effetto “gonfio”, oppure ancora, l’accostamento di punte disordinate ad arte e della frangia, piena o lunga e sfilata in pieno stile anni Ottanta.  

  Qualunque sia la vostra preferenza, l’importante è che i tagli medi siano valorizzati dalla piega giusta: chic, con onde leggere e massimi volumi. Ad effetto nature.    

Capelli lunghi: lunghi, lunghissimi ad effetto nature

Gli hair stylist di tutto il mondo ve lo confermeranno: le lunghezze “estreme” sono trendy, tornano i capelli lunghi, anzi, lunghissimi. Lisci o mossi poco importa, fondamentale è invece che il taglio sia dalle linee pari, leggermente scalate, arricchite dalla frangia o dalla riga in mezzo. Importantissima resta infatti la piega che deve risultare il più naturale possibile, quasi ad effetto beach wave. Se fatto da parrucchieri professionisti, infatti, anche un liscio naturale e disordinato ad arte può avere un fascino indiscutibile. Meglio, poi, se messo in risalto da sfumature tono su tono: un vero must del 2019.